TRIBUNALE DEI MINORI DI NAPOLI = ARMA DI DISTRUZIONE FAMILIARE, LUOGHI DI ANNULLAMENTO DEI PADRI

NON ABBIAMO ALCUNA FIDUCIA NELLA MAGISTRATURA CHE VIOLA MANIFESTAMENTE IL DIRITTO: tiriamo fuori il conflitto dei genitori dai tribunali civili e minorili che lucrano sui minori: usano motivazioni false ed inesistenti nella realtà fenomenica


LEGALIZZAZIONE DEL SEQUESTRO DEI BAMBINI, SECONDO L’ASSURDO ILLEGALE PRINCIPIO CHE INTERESSE DEL FIGLIO È NEGARGLI IMMOTIVATAMENTE IL PADRE, SEQUESTRANDOGLIELO ED INSEGNANDO A MANCARGLI DI RISPETTO (P.A.S.), NONCHE’ INNESCANDO DOLOSAMENTE IL DISAGIO E L’ODIO IRREPARABILE TRA I COMPONENTI FAMILIARI - BASTA LASCIARE LA MADRE ALIENANTE LIBERA INDISTURBATA DI RECIDERE IL LEGAME PATERNO, RENDENDO PADRE E FIGLI ESTRANEI E FUTURI INCOMUNICATIVI NEMICI.


NON POTENDO INTERVENIRE SUL CSM, DOBBIAMO INTERVENIRE SULLE LEGGI UNA AD UNA PER ELIMINARE QUEI CRITERI DISCREZIONALI EFFETTO DEI VUOTI LEGISLATIVI E DELLE OMISSIONI USATI DALLA DITTATURA, PER CUI LA BILANCIA DIPENDE DA CHI LA TIENE IN MANO, A SECONDA DI COME E' FATTA LA BILANCIA DI QUEL GIUDICE.

La legge DISAPPLICATA impedisce la DIFESA DEI PADRI dall’ALTERAZIONE del SISTEMA GIUDIZIARIO in materia di famiglia, dalle FEMMINE DELINQUENZIALI, dalle MAGISTRATE SESSISTE, dai VECCHI PROTETTORI EX-PADRONI PENTITI, dai BIGOTTI, dai SEMI-MASCHI CORTIGIANI IN DIVISA, dai MILLE INGIUSTI PRIVILEGI DI CUI GODONO INCOSTITUZIONALMENTE le donne.


Paradosso : La vostra richiesta di giustizia si volge agli operatori che assecondano manifestamente i desideri irrazionali della madre, le cui “resistenze culturali” (ndr. tendenze ed opinioni personali non terze) sono favorite da oggettive difficolta`di lettura del testo, profittando della mancanza in alcuni fondamentali passaggi riguardanti la inequivoca prescrittivita`delle norme.

A TAL PUNTO IL CITTADINO SI ACCORGE CHE TUTTE LE TASSE PAGATE IN UNA VITA SONO STATE LETTERALMENTE RUBATE DA UNO STATO IN CUI E’ IMPOSSIBILE IDENTIFICARSI

Solo perchè MASCHI sarete CRIMINALIZZATI, DERUBATI, DISCRIMINATI e DISTRUTTI mediante semplici pretesti istigati proprio dai giudici.

dimenticavo: DIFENDETEVI DALLA DITTATURA GIUDIZIARIA, COMPRATE A DEBITO E FATE SCOMPARIRE LE SOSTANZE, assegneranno alle mogli debiti che non pagherete se non vi danno i figli!


lunedì

PADRI ESCLUSI, BAMBINI MALTRATTATI: Risposta al Dott. Antonio Di Pietro

Autorizzo, sebbene io sia già presente nelle vs. mailing list.
Al punto, che interessa me e decine di miei amici vicini, oltre 1.400.000 bambini italiani ed altrettanti padri:
Semplificare, come ho dovuto fare per non essere diluito e prolisso, è un obbligo nel comunicare a chi, stimato, può e deve attivarsi previa focalizzazione di un problema dal risvolto misto e confuso di teoria e pratica.
Ho sperimentato di persona ciò che ho detto, essendo avvocato nonchè vittima di tale delinquenziale risvolto del sistema che, oltre che inavvertibile nella sua incostituzionalità giuridica, è stato volutamente reso invisibile ai media che soli avrebbero potuto sollevare gli spunti dell'indagine e della protesta, con conseguente impegno parlamentare quando non
addirittura d'emergenza del governo.
Il femminismo è un gigantesco problema che non esiste, ed ogni magistrato femmina pende umanamente con tutti i suoi errori solamente in favore della donna, pressando oltre codice penale nell'improntare "liberi convincimenti" ove quest'ultima è esattamente creduta sulla parola, senza bisogno di altre prove.
Le calunnie delle donne non si contano più, sebbene non siano certificate da sentenze, ma ben sappiamo che tali reati rimangono anche se la realtà giuridica è incapace di evidenziarli, non potendo cancellare i fatti e le sofferenze di chi paga ingiustamente.
E trovano, quando al vaglio, "estrema disponibilità" del giudice misandro e protettore (femmina o pseudo-maschio) nel volgersi ad esasperare il respiro maschile fino a renderlo penalmente rilevante, con la bravura degli addetti ai lavori nell'addirittura rilevare elementi indiziari sufficienti a sostituire le prove, e quindi a completare la configurazione dei reati; Lei ben sa cosa intendo dire, essendo molto più preparato di me in materia pur fingendo di non vedere la trave negli occhi delle sue ex colleghe e maschi pentiti di essere nati tali.
Di più. Ho vissuto processi contro padri e maschi nei quali la giudice si spingeva ella stessa a ritenere esistenti prove di delitti, senza che avesse alcun fondamento tale ingresso nella realtà giuridica, ed in tale modo provvedere alla condanna nella competenza attribuitele.
Certo c'è il grado di appello , cassazione ecc... fino alla Corte di Giustizia Europea, ma oramai il danno è fatto!
Poi l'appello non si legge le carte (specialmente nel civile), e ripete pedissequamente l'errore precedente: il merito diviene immutabile ed è cosa giudicata alle spalle degli innocenti. O ci vogliono miliardi di euro e rischi per insistere oltre; meglio tenersi un danno grottescamente minore, la condanna civile e penale ingiusta
E' un incubo per i padri, per gli uomini, per le compagne che non costruiscono futuro spiazzate dalle parassite che distruggono tutto ciò che non sono riuscite a rubare, per i bambini a cui viene negato il padre immotivatamente ed incostituzionalmente senza rimedio ... Ma Lei la vive o no questa realtà, o me la sto inventando ?
Se Lei non crede non mi dilungo, sennò scrivo sino a domani, tanta è la materia, ma Le ripeto l'input.
Non commetta l'errore di sottovalutare il malcontento maschile, molla elettorale contenente circa il 30% degli italiani fortemente motivati (meno o più di me), a cui poco importa se, dopo avere rubato, Berlusca vada o meno in carcere (tanto a loro nulla torna!), e non vedono se il prossimo premier sarà migliore o altrettanto ladro; prima del pane viene la LIBERTA' e la DIGNITA', vengono i VALORI UMANI per i quali i nostri nonni sono morti sul piave con le scarpe di cartone nella neve.
Lei è ben visto e stimato in questo momento storico politico, ma anche chi non codifica le proprie idee per mancanza di idonea istruzione, istintivamente capisce che Lei sopravvaluta gli e le ex-colleghe, troppo spesso immeritevoli di fiducia e portatrici non "terze" di ideologie personali.
I politici subiscono la predazione naturale della magistratura, sono intercambiabili e temporanei; i giudici sono immutabili ed ereditabili di casta, detentori del sapere (o ignoranti scopiazzatori di sentenze dalle banche dati o dalla altrui testa nel 10% che fa giurisprudenza) come inchiapparti senza fare rumore e legittimamente, come trasformare gli innocenti in colpevoli senza l'evento criminoso, dimentichi delle garanzie per gli innocenti capri espiatori sacrificabili per fare
carriera e statistica nell'inventare eventi mai accaduti per soddisfare tendenze personali.
Per non parlare del tema, qui non in oggetto, degli abusi commessi dalla magistratura intercettando la cittadinanza, nel violare illegittimamente la privacy di chiunque pur di combattere i grandi, rimanendo impigliati i piccoli e sfuggendo i potenti.
L'affido condiviso, nello specifico, è semplicemente ignorato dalla magistratura grazie alla sua genericità ed assenza di criteri catenaccio in difesa dei bambini (degli altri, quindi il danno è altrui sventurato, ma che se ne fregano!), verso i quali ti prendono in giro vantando di fare tutto per loro, per non parlare dei tribunali dei minori luoghi di sottrazione esplicita immotivata della potestà paterna.
Una legge disattesa ed ignorata grazie al potere giudicante di fare danni senza responsabilità e conseguenze, applicata solo quando la donna non fa casino e la concede (in sostanza il condiviso finisce per deciderlo la madre che non calunnia o denigra!) e la giudice firma (o il giudicia - uso il femminile perchè, verificherete, i tribunali sono oramai in mano alle donne - genetiche o meno -, specie per le sezioni "famiglia", che usano il potere per attuare tale terrorismo di stato)
Varare nuove norme ? 1975, 1987, 2006 per cambiare senza cambiare nulla, anzi ratificare il femminismo più spinto ora che le donne comandano e facciamo solo passi indietro, ora che sono loro a decidere se auto-punirsi ? Corriamo il rischio che, oltre ad avere violentato le mogli per 30 anni nel loro silenzio(?!?!), ad essere stupratori della fidanzata amante abbandonata oltre a perdere il cognome paterno, la casa, il frutto del proprio lavoro, accettato che è giusto un figlio senza padre, lavorato da esecutori 5 anni in più delle seduttrici che si scelgono il posto più comodo nelle pubbliche amministrazioni, fatto i casalinghi senza riconoscimenti (ribaltati sulla moglie che si stanca dal parrucchiere o dall'amante oramai concesso dall'etica e dalla morale della TV) e milioni di altre ingiustizie, si crei l'automatismo della pena per il nuovo reato di "essere nato maschio"!
Io sono con voi IDV e vi pubblicizzo elogiandovi con le imperfezioni e le insufficienze della mia mente, mi confronto per voi tra gli ignoranti pur senza tornaconto personale, ma questa critica va sviluppata, i vs. valori da difendere vanno integrati, il guadagno elettorale sono un ritorno di milioni di persone .... la giustizia completa vicina a quella divina dei giusti è il valore sommo da difendere, non quella processuale delle femmine e degli uomini misandri che tritano l'acqua per i propri disturbi mentali
Aspetto un confronto e ulteriore sviluppo, Giuseppe

> From: dipietro@antoniodipietro.it> To: giosinoi@hotmail.it> Subject: risposta da Antonio Di Pietro> Date: Mon, 2 Feb 2009 12:37:53 +0100> >
Gentile sig. Giuseppe,> > il tema dell'affidamento dei figli tra genitori separati è molto serio e > delicato e in questa maniera deve essere affrontato. Io non penso che i > problemi che si registrano in questo settore si possano ascrivere al > femminismo dei giudici donna che volontariamente vogliono arrecare danno ai > padri maschi. Mi sembra una visione troppo semplicistica, ma che soprattutto > non aiuta a risolvere il problema. Quello che si deve fare è agire sulle > norme di legge, modificando quelle esistenti e varandone di nuove. L'Italia > dei Valori ritiene che lo strumento migliore sia quello dell'affido > condiviso, un istituto che consente al bambino di continuare ad avere > rapporti stabili con entrambe i genitori. La legge già esiste, alcuni punti > di questa legge vanno migliorati, e ne va poi resa più cogente l'applicazione.> > Cordialmente,> > Antonio Di Pietro

clicca in basso HOME PAGE e leggi altri articoli su FIGLI NEGATI e discriminazione maschile

Nessun commento:

Posta un commento

commenti :

Canale giosinoi su YouTube

Loading...

L’INCHIESTA SUL SINDACATO - L'ALTRA CASTA di Stefano Livadiotti (Libro)

L’INCHIESTA SUL SINDACATO - L'ALTRA CASTA di Stefano Livadiotti (Libro)
Privilegi, carriere misfatti e fatturati da multinazionale

Magistrati l'Ultracasta

Magistrati l'Ultracasta
Mazzette, errori e molestie: i magistrati non pagano mai - libro di Stefano Livadiotti

Così mi sento donna: aggressiva

Così mi sento donna: aggressiva
Così le abbiamo volute, e così ce le siamo ritrovate.

CHIESA e MATRIMONI TRUFFA

CHIESA e MATRIMONI TRUFFA
Vaticano beffardo complice uso immorale del sacramento. Non annulla nozze e recita buonismo a favore donne ladre

Anti-Italiani vs Anti-Americani:

Anti-Italiani vs Anti-Americani:
innocenti pedine del gioco di potere

Sequestri di stato sui minori

Sequestri di stato sui minori
Negli ordinamenti democratici l’interpretazione è usata per modificare leggi fino annullamento dettato costituzionale.Si traduce in POTERE DEI SINGOLI

abu_ghraib_iraq_torture

abu_ghraib_iraq_torture
DOLCEZZA femminile e bontà interiore da certificare in tribunale

Abu Ghraib: donne libere dall'educazione

LADRE NASCOSTE DENTRO SQUISITE FIDANZATE.

LADRE NASCOSTE DENTRO SQUISITE FIDANZATE.
Padre, basta la calunnia femminile che diventi inidoneo e pericoloso, e non meriti i figli secondo legge

Madri assassine

Madri assassine
MAGISTRATURA PROMUOVE CRIMINI DONNE: esprimono sistema Italia marcio alle fondamenta, laddove nemmeno la Costituzione manipolabile basta a difenderci

Papà c'era

Papà c'era
Ma dopo, ci penseranno i magistrati a rimborsare le opportunità e l felicità persa dai minori?

DDl Garfagna prostitute al Parlamento

Mussolini ed Hitler

Mussolini ed Hitler
Mussolini ed Hitler: quando la bestia è al potere

Il FASCISMO NON PASSERA'

Il FASCISMO NON PASSERA'
Oggi il fascismo è già al governo con nome diverso

Giù le mani da internet

Giù le mani da internet
La rete è libertà e non va limitata

ORFANI DI STATO

ORFANI DI STATO
OPPORTUNITÀ NEGATE AI FIGLI DEI SEPARATI a prescindere, quale danno generale di un conflitto alimentato dallo stato

Bordello legale Berlinese

Bordello legale Berlinese
Al tg la Carfagna – ex show-girl - ( Decreto Legge contro la prostituzione settembre 2008) rispondeva a un giornalista dicendo: “Come donna trovo che non sia giusto che una donna debba vendere il proprio corpo perchè costretta” ….e se lo vende perchè vuol fare carriera nello spettacolo?…e se lo vende per diventare ministra come nel governo attuale?

Quarto stato

Quarto stato
L’avanzarsi animato di un gruppo di lavoratori verso la sorgente luminosa simboleggiante nella mia mente tutta la grande famiglia dei figli del lavoro”. - Giuseppe Pellizza da Volpedo

Intercettazioni

Intercettazioni
Il pretesto sempre lo stesso: la sicurezza a scapito della privacy

donna decapita uomo

donna decapita uomo
Violenza femminile diversa da quella maschile, ma molto più grave.

visite giornaliere e codici aggiunti

Coraggio, non siamo in Iran !

Ho notato che v’è ritrosia nel commentare ed identificarsi partecipando a questo blog, nell’erronea convinzione che lo stesso sia un contenitore di presunti illeciti penalmente rilevanti. Ebbene, ciò non è in quanto tutto rientra nel dettato Costituzionale in materia di libera e democratica espressione del proprio pensiero, non fa nomi e non contiene ingiurie diffamazioni o calunnie.
Contiene solo verità che chiunque può verificare di persona.

Aforismi personali e non

- Gli uomini rincorrono il denaro per avere le donne; le donne rincorrono gli uomini per avere il denaro. (giosinoi)

- Molti fanno mercato delle illusioni e dei falsi miracoli, così ingannando le stupide moltitudini (Leonardo da Vinci)

- Non mi sono mai sentito tanto
inefficace come quando mi è necessitato azionare la carta Costituzionale: dai giudici a tutti gli operatori del sistema legale, tutti si affannavano ad eludere la legge, pavoneggiandosi nel dimostrare di esserne al di sopra e capacissimi di eluderla. Sono sempre loro, fomentano odio, razzismo, discriminazione, separazione, vogliono ridurre le famiglie ad un mucchio di gatti randagi da internare in recinti appositi, per poi gestirle con la paura del potere (giosinoi)

- Anche una pulce incazzata può provocare una infezione nel dinosauro (giosinoi)

- Il ladro ti dice "o la borsa o la vita"; la moglie ti prende sia l'una che l'altra! (Enzo Iacchetti)

- Teorema dei cinesi : se tanti fanno poco, l'effetto è grande.

- L'ignoranza è mancanza di informazioni. Senza informazioni il cervello è solo un meccanismo chimico che trita l'acqua e brucia zucchero senza mai capire perchè (giosinoi)

- Il prodotto letterario di un piccolo tecnico è arte. E sortisce effetti moltiplicativi contro l'ignoranza molto più del mero confronto tra impreparati, che non migliorano oltre il limite del loro stesso sapere (giosinoi)

- Noi conosciamo la verità non soltanto con la ragione, ma anche con il cuore. (Blaise Pascal). Ai giudici la verità non frega niente, è un lavoro inutile, basta la non-verità processuale (giosinoi)

- Le esperienze dei capri espiatori non devono rimanere dentro di sé e perdersi nel tempo, come vuole il sistema che lucra dei propri impuniti errori. Vanno altresì affidate all’informazione per tutti, mediante il canale non politicizzato né omologato, non controllabile dalla dittatura, inestinguibile ed in soffocabile, come un grido perenne che scolpisca la memoria dei giusti. (giosinoi)

Per le persone poco sofisticate, la giustizia più che essere capita ha bisogno di essere sentita, come l’intelligenza dell’ignorante in materia sa fare ascoltando l’eco che i fatti e le moltitudini da prima si portano dietro (giosinoi)