TRIBUNALE DEI MINORI DI NAPOLI = ARMA DI DISTRUZIONE FAMILIARE, LUOGHI DI ANNULLAMENTO DEI PADRI

NON ABBIAMO ALCUNA FIDUCIA NELLA MAGISTRATURA CHE VIOLA MANIFESTAMENTE IL DIRITTO: tiriamo fuori il conflitto dei genitori dai tribunali civili e minorili che lucrano sui minori: usano motivazioni false ed inesistenti nella realtà fenomenica


LEGALIZZAZIONE DEL SEQUESTRO DEI BAMBINI, SECONDO L’ASSURDO ILLEGALE PRINCIPIO CHE INTERESSE DEL FIGLIO È NEGARGLI IMMOTIVATAMENTE IL PADRE, SEQUESTRANDOGLIELO ED INSEGNANDO A MANCARGLI DI RISPETTO (P.A.S.), NONCHE’ INNESCANDO DOLOSAMENTE IL DISAGIO E L’ODIO IRREPARABILE TRA I COMPONENTI FAMILIARI - BASTA LASCIARE LA MADRE ALIENANTE LIBERA INDISTURBATA DI RECIDERE IL LEGAME PATERNO, RENDENDO PADRE E FIGLI ESTRANEI E FUTURI INCOMUNICATIVI NEMICI.


NON POTENDO INTERVENIRE SUL CSM, DOBBIAMO INTERVENIRE SULLE LEGGI UNA AD UNA PER ELIMINARE QUEI CRITERI DISCREZIONALI EFFETTO DEI VUOTI LEGISLATIVI E DELLE OMISSIONI USATI DALLA DITTATURA, PER CUI LA BILANCIA DIPENDE DA CHI LA TIENE IN MANO, A SECONDA DI COME E' FATTA LA BILANCIA DI QUEL GIUDICE.

La legge DISAPPLICATA impedisce la DIFESA DEI PADRI dall’ALTERAZIONE del SISTEMA GIUDIZIARIO in materia di famiglia, dalle FEMMINE DELINQUENZIALI, dalle MAGISTRATE SESSISTE, dai VECCHI PROTETTORI EX-PADRONI PENTITI, dai BIGOTTI, dai SEMI-MASCHI CORTIGIANI IN DIVISA, dai MILLE INGIUSTI PRIVILEGI DI CUI GODONO INCOSTITUZIONALMENTE le donne.


Paradosso : La vostra richiesta di giustizia si volge agli operatori che assecondano manifestamente i desideri irrazionali della madre, le cui “resistenze culturali” (ndr. tendenze ed opinioni personali non terze) sono favorite da oggettive difficolta`di lettura del testo, profittando della mancanza in alcuni fondamentali passaggi riguardanti la inequivoca prescrittivita`delle norme.

A TAL PUNTO IL CITTADINO SI ACCORGE CHE TUTTE LE TASSE PAGATE IN UNA VITA SONO STATE LETTERALMENTE RUBATE DA UNO STATO IN CUI E’ IMPOSSIBILE IDENTIFICARSI

Solo perchè MASCHI sarete CRIMINALIZZATI, DERUBATI, DISCRIMINATI e DISTRUTTI mediante semplici pretesti istigati proprio dai giudici.

dimenticavo: DIFENDETEVI DALLA DITTATURA GIUDIZIARIA, COMPRATE A DEBITO E FATE SCOMPARIRE LE SOSTANZE, assegneranno alle mogli debiti che non pagherete se non vi danno i figli!


mercoledì

CORTE di APPELLO NAPOLI: INVASIONE STATALE nella FAMIGLIA. Stato unico responsabile dello sfascio familiare con TRIBUNALI INCOSTITUZIONALI

026° post
.
.. e assistenti sociali
- Esperienza personale è stata fatta oggi, in sede di reclamo ex art. 739 cpc. ad un solito illegittimo e incostituzionale provvedimento del tribunale dei Minori, cioè ho sperimentato il non potere nemmeno parlare dopo essere stato invitato dal collegio giudicante onde chiarire le posizioni giuridiche personali, nonostante trattavasi dell'oggetto della mia impugnazione.
- Sì, esattamente: mi è stato domandato in merito alla mia impugnazione e, prima che potessi dire la 4° parola, vengo interrotto scostumatamente dal giudice relatore, con la chiara volontà di mancare di rispetto al padre che lotta per il figlio.
- Trattasi del comportamento di un vecchio ex-maschio, come vecchio ex-maschio è stato il presidente dello stesso collegio, come vecchio ex-maschio è stato il procuratore minorile (quello che dovrebbe rappresentare la difesa pubblica x mio figlio ... contro suo padre, ma và!).
- Tale procuratore minorile operava furbate ancora più profonde: inveiva giuridicamente seppure in assenza di alcuna prova di inidoneità del padre, speculando sulla necessità cautelare contro gli uomini tutti in generale (ma lui è uomo?!?) da cui difendere i bimbi, seguendo sguardi schifati al mio indirizzo, provocatori (non mi ha mai conosciuto nè visto mai prima) e miranti ad ottenere in udienza una mia reazione visiva - che sarebbe diventata la prova del carattere paterno inaffidabile ed antipatico -.
- Esemplare prova di misandria e bigottismo contro i padri della generazione successiva alla loro, attuata proprio da chi ha danneggiato il tessuto sociale permettendo l'ascesa femminista in nome della protezione e privilegio delle donne delinquenti!
- Interrotto nella difesa sì, ma trattavasi della difesa di mio figlio, e la riverenza ingrazievole non mi era dovuta farla.
- Allora, seppure nel timore di gravi ritorsioni, ho ripreso a parlare : allora sono stato interrotto nuovamente, ma ora dal presidente.
- Nessuno voleva sentire le verità di cui sono portatore, la verità in corte di appello non interessa a nessuno, e l'unico baluardo affinchè esistesse la protesta è il ricorso scritto, che non possono cancellare.
- Non parliamo dei commenti: evidentemente scocciati perchè lo stipendio lo guadagnano comunque, hanno solo fretta di bruciare le carte e la vita dei bambini, con la beffa di professare di lavorare per i loro interessi.
- Mi sono sentito schiacciato e solo contro tutti, come si sentono tutti i padri discriminati e calunniati non solo dalle parassite, lacrimucce e seduzione come arma, lanciato nudo nelle mani del sistema legale insieme a mio figlio ... e peggio discriminato anche per mano del mio stesso sesso.
- Dimenticavo : il mio avvocato chiacchierava con il giudice relatore prima dell'udienza, io sentivo che per tale giudice come per tutti i suoi colleghi, l'affido condiviso era per opinione comune al tribunale di napoli, inutile, "tanto è la stessa cosa ..." ripetono; ma so per certo che è competenza del Parlamento discutere le leggi, i giudici devono solo applicarle come terzi imparziali, non opinarle e disattenderle attuando guerre di genere anti-democratiche!!!!!
- Ma che fiducia possiamo dare a tale magistratura ?
- Chi potrà liberarci da tanta oppressione ?

ASSISTENTI SOCIALI NO GRAZIE!- VERRES AO
03 dicembre 2009 - Povero Davide!...un altro bambino sottratto ai suoi genitori,alla sua famiglia, alla sua casa.
I S Sociali sono la rovina dei bambini e delle loro famiglie.
Se è vero che nelle separazioni i coniugi litigano, i Tribunali li uccidono.....e questi sarebbero i mediatori familiari !!!!!


Strasbusrgo condanna l'Italia a 80.000 euro per una minore
L'Italia è stata condannata a risarcire con 80.000 euro i genitori di una bambina che era stata data in adozione perché la pretesa pedofilia del padre, arrestato abusi sulla figlia.
L'uomo era stato poi riconosciuto innocente ma la bambina non era mai stata restituita alla famiglia.
Ora l'Italia è stata condannata dalla Corte dei Diritti dell'Uomo di Strasburgo al risarcimento di 80.000 euro.
La bambina era stata convinta a confessare il falso con la promessa che di rivedere i genitori.
Poi le hanno detto che non la volevano rivedere.
"I Servizi Sociali"?" dice il padre ora "I Servizi Sociali quando portano via un bambino alla famiglia lo fanno come se quello fosse solo un pacco".


padri separati nuovi poveri vivono per strada.wmv
Emblematica la situazione di A.M., uno degli intervistati dall'intelligente e brava giornalista di TG2 - Costume e Società.
Non solo, come padre separato, A.M. ha detrazioni dallo stipendio che gli portano a zero - in alcuni mesi anche in negativo - la busta paga: ma la figlia - dice il giudice - non ha diritto a che il padre ridistribuisca le proprie entrate economiche anche a suo favore. Cioè: quello che spetta al figlio del matrimonio non si tocca. Lo ha detto il giudice. Non c'è diritto alla paternità? La nuova nata non ha diritto all'affido? Siamo ancora in linea con la Costituzione? A quanto sembra da questi dispositivi giudiziari, i figli delle nuove unioni non hanno gli stessi diritti di quelli della prima unione e del matrimonio. Non hanno diritto a che un padre ridistribuisca anche a loro le sue entrate. E il padre non aveva diritto ad averli se non lasciandoli in piena povertà. E' legittimo? Domande che ognuno ormai deve porsi. Ottimo il servizio del TG2. Intelligenti e preparati i partner intervistati: con una nuova compagna di uno di loro che, finalmente, fa sperare...


Italia dei Valori, affidamento condiviso dei figli
http://paternita.info/padre-separato/
un padre separato da sua figlia - testo del video:

"L'Italia è uno dei pochi paesi occidentali che per anni ha negato il diritto della bigenitorialità ai bambini figli di genitori separati. Per anni i tribunali hanno fatto ricorso all'affidamento esclusivo dei bambini ad uno o all'altro genitore, partendo dalla considerazione errata che questa sia la soluzione migliore per il bambino. In realtà l'affidamento esclusivo è stato utilizzato per compensare i conflitti tra i coniugi, pensando molto più ai genitori che agli interessi e al diritto del bambino. Anche l'assegno di mantenimento, solitamente attribuito al genitore affidatario, è stato utilizzato per anni per compensare conflitti di natura economica tra i genitori, non pensando affatto ai bisogni veri del bambino.

Finalmente nel febbraio 2006 in Italia è stata approvata una legge che ha reso il nostro ordinamento conforme e coerente a quello dei paesi civili e sviluppati dell'occidente. Parlo della legge sull'affidamento condiviso, una legge che ha introdotto un principio fondamentale, anche in caso di dissidi e conflitti tra i genitori, al centro deve esserci sempre il diritto del bambino, del minore, a conservare un rapporto pieno con tutti e due i genitori.

Questo è un principio fondamentale, affermato da questa legge, insieme alla previsione del superamento dell'assegno di mantenimento, un assegno consegnato ad un coniuge perché provveda ai bisogni del bambino. Questo assegno è stato troppo spesso utilizzato per compensare conflitti di carattere economico tra i coniugi e non ha avuto mai riflessi positivi rispetto ai bisogni reali del bambino.

Questa legge, entrata in vigore ormai da 18 mesi, è troppo poco applicata. In moltissimi tribunali del paese si continua a far ricorso all'affidamento esclusivo e si continua ad assegnare l'assegno di mantenimento al coniuge affidatario. Per questa ragione noi dell'Italia dei Valori abbiamo presentato da qualche mese un disegno di legge di modifica della legge sull'affidamento condiviso, teso soprattutto a rafforzare due principi: il giudice non può più valutare discrezionalmente se procedere o non procedere all'affidamento condiviso, ma deve procedere con l'affidamento condiviso perché deve salvaguardare in primo luogo il diritto dei bambini alla bigenitorialità. L'affidamento esclusivo deve restare uno strumento residuale, eccezionale, praticabile solo nel caso in cui la presenza stabile di un genitore costituisca un grave pericolo e una minaccia per il bambino.

In questo stesso disegno di legge abbiamo rafforzato la previsione del mantenimento diretto, per far si che tutti e due i genitori si facciano carico dei bisogni del bambino. Per esempio: la mamma penserà alla piscina, ai libri di scuola, alle ripetizioni, mentre il padre penserà alle vacanze e ad altri bisogni, ma devono essere loro a farsi carico delle esigenze del bambino, non solo per superare i conflitti che questo aspetto di natura economica nel passato ha generato, ma anche per mantenere vivo e forte, direi quasi quotidiano, il rapporto con i figli minori.
C'è un altro aspetto che abbiamo cercato di affrontare, ma che troppo spesso è stato trascurato: quello dei nonni, che rappresentano forse la parte debole, senza tutele, nei rapporti con i figli dei genitori separati. Li hanno cresciuti, hanno vissuto con loro giorni, settimane, mesi, e da un giorno all'altro vedono interrotto, a causa di una separazione o di un divorzio, il loro rapporto con i minori, e fino ad oggi non hanno avuto strumenti di tutela di nessun genere. Per questo abbiamo previsto, nel nostro disegno di legge, la possibilità per i nonni di rivolgersi al giudice per stabilire le modalità di continuazione del rapporto con i loro nipotini.

Queste iniziative inizieranno l'iter legislativo della Commissione Giustizia della Camera nei primi mesi del prossimo anno. Noi continueremo a lavorare perché finalmente si affermi in Italia il diritto alla bigenitorialità dei figli dei genitori separati."
ON. CARLO COSTANTINI, ITALIA DEI VALORI - ASSOCIAZIONE CRESCERE INSIEME
http://www.crescere-insieme.org/
scaricabile : PDL 2231, 8/02/2007 (migliorie alla 54/06) http://www.paternita.info/downloads/pdl2231.pdf


redirezionare sull'home page per insieme articoli e contenuti relativi
http://giosinoi.blogspot.com/

Nessun commento:

Posta un commento

commenti :

Canale giosinoi su YouTube

Loading...

L’INCHIESTA SUL SINDACATO - L'ALTRA CASTA di Stefano Livadiotti (Libro)

L’INCHIESTA SUL SINDACATO - L'ALTRA CASTA di Stefano Livadiotti (Libro)
Privilegi, carriere misfatti e fatturati da multinazionale

Magistrati l'Ultracasta

Magistrati l'Ultracasta
Mazzette, errori e molestie: i magistrati non pagano mai - libro di Stefano Livadiotti

Così mi sento donna: aggressiva

Così mi sento donna: aggressiva
Così le abbiamo volute, e così ce le siamo ritrovate.

CHIESA e MATRIMONI TRUFFA

CHIESA e MATRIMONI TRUFFA
Vaticano beffardo complice uso immorale del sacramento. Non annulla nozze e recita buonismo a favore donne ladre

Anti-Italiani vs Anti-Americani:

Anti-Italiani vs Anti-Americani:
innocenti pedine del gioco di potere

Sequestri di stato sui minori

Sequestri di stato sui minori
Negli ordinamenti democratici l’interpretazione è usata per modificare leggi fino annullamento dettato costituzionale.Si traduce in POTERE DEI SINGOLI

abu_ghraib_iraq_torture

abu_ghraib_iraq_torture
DOLCEZZA femminile e bontà interiore da certificare in tribunale

Abu Ghraib: donne libere dall'educazione

LADRE NASCOSTE DENTRO SQUISITE FIDANZATE.

LADRE NASCOSTE DENTRO SQUISITE FIDANZATE.
Padre, basta la calunnia femminile che diventi inidoneo e pericoloso, e non meriti i figli secondo legge

Madri assassine

Madri assassine
MAGISTRATURA PROMUOVE CRIMINI DONNE: esprimono sistema Italia marcio alle fondamenta, laddove nemmeno la Costituzione manipolabile basta a difenderci

Papà c'era

Papà c'era
Ma dopo, ci penseranno i magistrati a rimborsare le opportunità e l felicità persa dai minori?

DDl Garfagna prostitute al Parlamento

Mussolini ed Hitler

Mussolini ed Hitler
Mussolini ed Hitler: quando la bestia è al potere

Il FASCISMO NON PASSERA'

Il FASCISMO NON PASSERA'
Oggi il fascismo è già al governo con nome diverso

Giù le mani da internet

Giù le mani da internet
La rete è libertà e non va limitata

ORFANI DI STATO

ORFANI DI STATO
OPPORTUNITÀ NEGATE AI FIGLI DEI SEPARATI a prescindere, quale danno generale di un conflitto alimentato dallo stato

Bordello legale Berlinese

Bordello legale Berlinese
Al tg la Carfagna – ex show-girl - ( Decreto Legge contro la prostituzione settembre 2008) rispondeva a un giornalista dicendo: “Come donna trovo che non sia giusto che una donna debba vendere il proprio corpo perchè costretta” ….e se lo vende perchè vuol fare carriera nello spettacolo?…e se lo vende per diventare ministra come nel governo attuale?

Quarto stato

Quarto stato
L’avanzarsi animato di un gruppo di lavoratori verso la sorgente luminosa simboleggiante nella mia mente tutta la grande famiglia dei figli del lavoro”. - Giuseppe Pellizza da Volpedo

Intercettazioni

Intercettazioni
Il pretesto sempre lo stesso: la sicurezza a scapito della privacy

donna decapita uomo

donna decapita uomo
Violenza femminile diversa da quella maschile, ma molto più grave.

visite giornaliere e codici aggiunti

Coraggio, non siamo in Iran !

Ho notato che v’è ritrosia nel commentare ed identificarsi partecipando a questo blog, nell’erronea convinzione che lo stesso sia un contenitore di presunti illeciti penalmente rilevanti. Ebbene, ciò non è in quanto tutto rientra nel dettato Costituzionale in materia di libera e democratica espressione del proprio pensiero, non fa nomi e non contiene ingiurie diffamazioni o calunnie.
Contiene solo verità che chiunque può verificare di persona.

Aforismi personali e non

- Gli uomini rincorrono il denaro per avere le donne; le donne rincorrono gli uomini per avere il denaro. (giosinoi)

- Molti fanno mercato delle illusioni e dei falsi miracoli, così ingannando le stupide moltitudini (Leonardo da Vinci)

- Non mi sono mai sentito tanto
inefficace come quando mi è necessitato azionare la carta Costituzionale: dai giudici a tutti gli operatori del sistema legale, tutti si affannavano ad eludere la legge, pavoneggiandosi nel dimostrare di esserne al di sopra e capacissimi di eluderla. Sono sempre loro, fomentano odio, razzismo, discriminazione, separazione, vogliono ridurre le famiglie ad un mucchio di gatti randagi da internare in recinti appositi, per poi gestirle con la paura del potere (giosinoi)

- Anche una pulce incazzata può provocare una infezione nel dinosauro (giosinoi)

- Il ladro ti dice "o la borsa o la vita"; la moglie ti prende sia l'una che l'altra! (Enzo Iacchetti)

- Teorema dei cinesi : se tanti fanno poco, l'effetto è grande.

- L'ignoranza è mancanza di informazioni. Senza informazioni il cervello è solo un meccanismo chimico che trita l'acqua e brucia zucchero senza mai capire perchè (giosinoi)

- Il prodotto letterario di un piccolo tecnico è arte. E sortisce effetti moltiplicativi contro l'ignoranza molto più del mero confronto tra impreparati, che non migliorano oltre il limite del loro stesso sapere (giosinoi)

- Noi conosciamo la verità non soltanto con la ragione, ma anche con il cuore. (Blaise Pascal). Ai giudici la verità non frega niente, è un lavoro inutile, basta la non-verità processuale (giosinoi)

- Le esperienze dei capri espiatori non devono rimanere dentro di sé e perdersi nel tempo, come vuole il sistema che lucra dei propri impuniti errori. Vanno altresì affidate all’informazione per tutti, mediante il canale non politicizzato né omologato, non controllabile dalla dittatura, inestinguibile ed in soffocabile, come un grido perenne che scolpisca la memoria dei giusti. (giosinoi)

Per le persone poco sofisticate, la giustizia più che essere capita ha bisogno di essere sentita, come l’intelligenza dell’ignorante in materia sa fare ascoltando l’eco che i fatti e le moltitudini da prima si portano dietro (giosinoi)